Pulviscolo vario

Pubblicato: 01/29/2014 in Uncategorized

D’altronde, ogni cosa ha un nome solo. Così sei sicuro di poterlo sbagliare. E poi ripartire. Certe volte un po’ a cazzo, che ripartire mica è una cosa da fare così, a occhi chiusi. Che uno riparte e riparte per il verso sbagliato. Nella direzione sbagliata. Col piede sbagliato. E poi, che si fa. E’ un problema. Lo è? No, sì, boh. Non pensarci è la risposta. Andare e poi vedere. Obiettivi grandi, passi piccini. Anche l’universo è fatto di pulviscolo, se ci pensi; se ci pensi, tutto si può ridurre a punti e linee, o altre robe metaforiche del cazzo che non servono a un cazzo e di cui non si capisce un cazzo. Ma le cose vanno così. E non capirci un cazzo, oh; non capirci un cazzo è la benedizione che vai cercando da quando sei nato. Da quando sei ripartito. In questa metempsicosi quotidiana. Questo balzellare da un essere all’altro. D’altronde, ogni cosa ha un nome solo: lo dico a quegli occhi spenti che intravedo riflessi sulle piastrelle candide del bagno. Un passo e poi un altro. Quando poi domani diventa oggi ci sarà un altro domani da inseguire col fiatone appeso allo stomaco. Perché preoccuparsi, quindi. C’è sempre un tempo a cui rimandare il tempo. C’è sempre un verso sbagliato da rettificare, e un sorriso a cui pensare, e una qualche scelta da prendere, una mano da accarezzare. Robe così. Cose. E ognuna di esse ha un nome. Un nome solo, fatto di mille nomi e pulviscolo vario.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...